FAQ – Domande frequenti

1) Che cosa si intende per impianto termico?
In base alla Legge Regione Abruzzo 17/2007, attualmente norma vigente per il nostro territorio, si intende per impianto termico un “impianto tecnologico destinato alla climatizzazione estiva ed invernale degli ambienti con o senza produzione di acqua calda per usi igienici e sanitari o alla sola produzione centralizzata di acqua calda per gli stessi usi, comprendente eventuali sistemi di produzione, distribuzione e utilizzazione del calore nonché gli organi di regolazione e controllo; sono compresi negli impianti termici gli impianti individuali di riscaldamento mentre non sono considerati impianti termici apparecchi quali: stufe, radiatori individuali, scaldacqua unifamiliari; tali apparecchi sono tuttavia assimilati agli impianti termici e sono quindi soggetti agli obblighi della presente legge, quando la somma delle potenze nominali del focolare degli apparecchi al servizio della singola unità immobiliare è maggiore o uguale a 15 kW”.

2) Cosa devo fare se ho un impianto termico, ad esempio, la mia caldaia di casa?
Contattare il tuo caldaista di fiducia per fare la manutenzione annuale (oppure con periodicità diversa se così disposto formalmente dal fabbricante, installatore o manutentore della caldaia o apparecchiatura) ed eseguire inoltre la certificazione, biennale, all’Autorità Competente, ossia, per il Comune di Teramo, alla Te.Am. Teramo Ambiente Spa.

3) Chi deve manutenere e certificare l’impianto termico?
Il responsabile dell’esercizio e manutenzione dell’impianto termico.

4) Chi è il responsabile dell’esercizio e manutenzione dell’impianto termico?
L'occupante, a qualsiasi titolo, in caso di singole unità immobiliari residenziali; il proprietario, in caso di singole unità immobiliari residenziali non locate; l'amministratore, in caso di edifici dotati di impianti termici centralizzati amministrati in condominio; il proprietario o l'amministratore delegato in caso di edifici di proprietà di soggetti diversi dalle persone fisiche.
è possibile delegare la responsabilità ad un terzo, in possesso di idonei requisiti ai sensi della normativa vigente. Tale delega non è consentita per singole unità immobiliari residenziali in cui il generatore non sia installato in un locale tecnico esclusivamente dedicato. Il responsabile dell’impianto risponde del mancato rispetto delle norme relative all’impianto termico, in particolare in materia di sicurezza, tutela ambientale ed efficienza energetica.

5) Che cos’è la certificazione dell’impianto?
La certificazione dell’impianto è la trasmissione del rapporto di efficienza energetica, con apposto appunto il bollino di certificazione, alla Te.Am. Teramo Ambiente Spa. Pensa a tutto il tuo manutentore di fiducia, basta contattarlo per la regolare manutenzione.

6) Che cos’è il bollino?
Il bollino rappresenta l’onere che l’utente sostiene per le attività di accertamento sugli impianti previste da legge da parte dell’Autorità Competente, ovvero da parte della Te.Am. Teramo Ambiente SpA, in qualità di Organismo affidatario del servizio verifica impianti termici, per il Comune di Teramo. Il bollino è apposto dal caldaista sul rapporto di efficienza energetica all’atto della certificazione dell’impianto. Una copia del rapporto con bollino rimane all’utente, l’altra copia del rapporto con bollino invece è consegnata dal manutentore alla Te.Am. Per caldaie di potenza inferiore a 35 kW c’è il bollino blu, per caldaie di potenza uguale o superiore c’è il bollino giallo.

7) Quanto costa il bollino?
Euro 11,87 sia per il bollino blu che per il bollino giallo.
Il bollino si paga per ogni apparecchio o generatore di calore dell’impianto.
Ad esempio, il responsabile di una centrale termica di una palestra che ha due caldaie, certifica il proprio impianto pagando due bollini ed inviando due rapporti di efficienza energetica.

8) Quando certifico l’impianto, insomma, quanto pago?
Il costo del bollino più il costo da corrispondere al tuo caldaista di fiducia per le operazioni di controllo e manutenzione.

9) E se mi scordo di fare il bollino, ovvero di certificare il mio impianto?
Sei soggetto ad ispezione da parte della Te.Am. Teramo Ambiente, con costi notevolmente maggiori rispetto alla certificazione (bollino), secondo il tariffario approvato dal Consiglio Comunale (da un minimo di euro 92,60 in su). Inoltre, se sono rilevate nel sopralluogo inadempienze in merito alla regolare manutenzione da parte degli ispettori della Te.Am., il Comune di Teramo può erogare le sanzioni amministrative (da 500 a 3000 euro) previste da legge per il responsabile dell’impianto. L’attività di ispezione, infine, non sostituisce affatto la manutenzione che viene comunque, in aggiunta, prescritta per l’impianto e deve essere sempre eseguita contattando il caldaista di fiducia.

10) Quando devo fare la manutenzione alla caldaia?
Secondo le istruzioni scritte fornite dall’installatore, dal fabbricante o dal manutentore. In assenza di esse, la manutenzione va fatta ogni anno.

11) Sono un inquilino, ci devo pensare io alla certificazione della caldaia?
Si, l’occupante, a qualsiasi titolo, dell’unità immobiliare è il responsabile dell’esercizio e della manutenzione dell’impianto termico, quindi anche dell’invio del rapporto di efficienza energetica munito di bollino alla TeAm.

12) Se ho una caldaia autonoma che ha una potenza al focolare inferiore a 35 kW, cosa devo fare?
Manutenzione ogni anno, certificazione (“bollino blu”) ogni due anni.

13) Se il mio impianto è una centrale termica, ossia ha una potenza al focolare uguale o maggiore a 35 kW, cosa devo fare?
Manutenzione e certificazione ("bollino giallo") ogni anno.

14) Se il mio impianto è un impianto termico assimilato (stufe e radiatori a gas fissi, scaldacqua unifamiliari, di potenza complessiva nell’unità immobiliare non inferiore a 15 kW)?
Manutenzione ogni anno, certificazione (“bollino blu”) ogni quattro anni.

15) Quali requisiti deve avere il manutentore dell’impianto termico?
Requisiti professionali previsti dall’art. 4 del D.M. 37/2008 ed iscrizione alla C.C.I.A.A. (Camera di Commercio) per le attività sugli impianti di cui all’art. 1, comma 2 del D.M. 37/2008, specificatamente:

  • lettera c) impianti di riscaldamento, di climatizzazione, di condizionamento e di refrigerazione di qualsiasi natura o specie, comprese le opere di evacuazione dei prodotti della combustione e delle condense, e di ventilazione ed aerazione dei locali;
  • lettera e) impianti per la distribuzione e l'utilizzazione di gas di qualsiasi tipo, comprese le opere di evacuazione dei prodotti della combustione e ventilazione ed aerazione dei locali.

Nel caso di impianti con macchine frigorifere contenenti gas serra occorre, inoltre, che il manutentore sia inscritto al registro nazionale delle persone e delle imprese ai sensi del D.P.R. 146/2018.

16) Quali requisiti deve avere il terzo responsabile?
I medesimi requisiti dei manutentori impianti termici, inoltre:
nel caso di impianti termici civili di potenza termica nominale superiore a 232 kW il terzo responsabile, quale conduttore, deve essere in possesso di specifica abilitazione alla conduzione ai sensi dell’art. 287 del D.Lgs. 152/2006;
nel caso di impianti termici con potenza nominale al focolare superiore a 350 kW il terzo responsabile deve essere in possesso di certificazione ISO 9001 relativa all'attività di gestione e manutenzione degli impianti termici, o attestazione ai sensi del D.P.R. n. 207/2010, nelle categorie OG 11, impianti tecnologici, oppure OS 28.
Il terzo responsabile risponde del mancato rispetto delle norme relative all’impianto termico, in particolare in materia di sicurezza, tutela ambientale ed efficienza energetica.

counter

Ultime
Novità

02
aprile
2021
Gestione dei servizi cimiteriali durante l’emergenza ...
La società Teramo Ambiente S.p.A. comunica che sarà possibile effettuare le visite all’interno dei cimiteri ...
02
aprile
2021
AVVISO CHIUSURA INFO POINT - DISTRIBUZIONE KIT E BUSTE ...
Si informa l'utenza che nella giornata di Sabato 03 Aprile 2021 lo Sportello Info Point per la distribuzione dei kit ...
Contatti

TE.AM - Teramo Ambiente
Via Melchiorre Delfico, 73

Tel.: 0861.43961
Fax: 0861.211346
Servizio Clienti: 800.253230
Email: info@teramoambiente.it

Società Trasparente

Servizio Società Trasparente

Accedi alla nostra area Società Trasparente.